top of page
  • Immagine del redattoreSegreteria DI BO'

"Dalla geometria dello spazio alla sintesi della forma" Le opere di Otto Macerini in mostra a S. Maria a Monte dal 1 al 27 Aprile


Con grande piacere condividiamo la notizia dell'inaugurazione della mostra "Dalla geometria dello spazio alla sintesi della forma" che vedrà esposte le opere di Isotto "Otto" Macerini Papini, artista e poeta santamariammontese noto al paese anche come marito della storica maestra elementare Loriana Fantozzi, recuperate e riportate alla luce dal figlio Stefano.


Isotto Macerini Papini nasce a S. Maria a Monte il 19 Aprile 1927.Nel 1947 conclude gli studi con il titolo di Perito Areonautico e inizia la sua esperienza di lavoro nell'azienda Piaggio. Contemporaneamente alla sua carriera lavorativa coltiva la passione per la pittura sotto il nome d'arte di Otto Macerini.


Le avanguardie artistiche lo appassionano, in particolare nei suoi molti scritti si racconta vicino al pensiero e allo stile del grande Mondrian. Lo studio dell'ideologia del tempo tempo e il confronto con i colleghi contemporanei lo accompagnano all'elaborazione di uno stile pittorico personale, vicino all'astrattismo e al Futurismo.


Otto sceglie di rappresentare soggetti e situazioni anche di vita quotidiana frammentando l'immagine attraverso una tecnica che si basa sull'accostamento di colori diversi.

Lo spettatore inizialmente spaesato di fronte alle opere finisce poi per abituare l'occhio e tradurle sempre più facilmente "tanto più che dopo un breve soggiorno in mezzo ai quadri, la loro apparente schematicità finisce con il divenire cordiale e familiare (La Nazione Sera, 6 Febbraio 1959)".


Durante la sua esperienza di pittore realizza più di 80 quadri e centinaia di bozzetti.

Nel 1959 la Galleria Spinetti di Firenze ospita una sua mostra personale in cui vengono esposte 28 delle sue opere.

Nel 1964 inizia una corrispondenza di lettere con il critico Carlo Ludovico Ragghianti, che a Pisa visiona personalmente alcune delle sue ultime opere.


Il percorso artistico di Otto Macerini si arresta con il passare degli anni per lascare spazio a Isotto e una vita dedicata al lavoro e alla famiglia, senza mai abbandonare tuttavia il suo amore per l'arte e per la cultura.



La mostra sarà inaugurata Lunedì 1 Aprile 2024, alle ore 16.00, presso il Museo Casa Carducci di S. Maria a Monte (Pi) in occasione delle celebrazioni della Beata Diana Giuntini.


La mostra è ideata, costruita e allestita da Bianca, Rebecca e Stefano Macerini Papini ed arricchita delle sonorità di Emilio Ceccotti.

Il testo critico è a cura di Ilario Luperini.


Dopo le aperture speciali di Lunedì 1 e Martedì 2 Aprile, la mostra rimarrà visitabile il mercoledì e il venerdì con orario 9.00-13.00 e 16.00-19.00 fino al 27 Aprile.Tutti gli amici e le amiche di Bo' sono invitati e invitate a far visita alla mostra per riscoprire l'arte ed il pensiero di un artista della nostra terra affinché il suo ricordo e la sua anima sensibile possano continuare a vivere ed emozionare.


Info: 328.3243697



56 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page